Data inserimento 11 Giugno 2005

Francesco Fantilli non è più tra noi

19 Novembre 2005
Cari amici della SIBOS, come molti di voi hanno saputo dai notiziari SIDO Francesco Fantilli non � pi� tra noi. Marted� aveva trascorso la mattinata con il nostro tesoriere, Turi Bassarelli, lavorando alla preparazione dell�incontro annuale dei soci SIBOS di Bologna e mercoled� 1 sera � prematuramente deceduto. Chi frequentava la SIBOS conosceva Francesco, uno dei fondatori del Gruppo sin dall�epoca SIDO, e ne ammirava pi� di ogni altra virt�, la semplicit� e la mitezza. Lo porteremo nel cuore come si fa con le persone pi� care e lo ricorderemo insieme a Bologna nel nostro incontro, nel Suo incontro. Ancora confusi per l�improvvisa perdita che colpisce la nostra comunit� scientifica, ma soprattutto la famiglia, riportiamo qui un breve ricordo apparso su SIDO on-line a cura di un Suo amico.

Francesco, bravo medico, bravissimo ortodontista; ci eravamo conosciuti nel 1987 quando giovane frequentatore della Chirurgia Maxillo-Facciale di Bologna venivo mandato ad approfondire le problematiche di ortodonzia pre-chirurgica nel Reparto di Ortodonzia dell�Istituto Arturo Beretta diretto dal prof. Sergio Bassani, gli allievi del Prof. Maj. Francesco trattava i casi piu� complessi, le schisi, le microsomie emifacciali, la patologia craniofacciale. Abbiamo trascorso intere serate a programmare i casi complessi facendo e rifacendo la chirurgia dei modelli. Poi siamo entrambi cresciuti. Sull�esperienza maturata in molti periodi all�estero
decidemmo nel 1999 di aprire all�Ospedale Bellaria, dove allora lavoravo, sotto la guida di Renzo Giuliani, l�Ambulatorio ed il Team delle Schisi e delle Malformazioni Craniofacciali. Francesco seguiva
tutti i piccoli malformati ed era un punto di riferimento assoluto per noi e per le famiglie dei piccoli pazienti. Assieme siamo entrati in Eurocleft, Eurocran, abbiamo organizzato i Congressi Internazionali sulla Distrazione dello Scheletro Facciale del 2000 e del 2002 ed il Congresso Internazionale di Craniofacciale del 2003. Francesco aveva la cultura e la preparazione di discutere di ortodonzia delle malformazioni con i maggiori esponenti internazionali, con garbo e moderazione come ha
sempre fatto con noi. Il suo ultimo intervento pubblico alla SILPS pochi giorni fa pi� che una relazione � stata una lettura magistrale (quasi un presentimento��).
Mancher� molto alla sanit� bolognese cui ha dato moltissimo, forse non sempre riconosciuto�, alla comunit� ortodontica italiana, ai suoi tantissimi pazienti del Beretta ed ai tantissimi amici e colleghi che lo
hanno accompagnato venerd� 3 giugno nella Chiesa di San Lazzaro di Bologna, increduli e angosciati.
In me lascia un vuoto enorme, era mio Amico.

Arrivederci Francesco, che il Signore abbia cura di Te e della Tua Famiglia
Ciao
Alberto Bianchi
Dr. Giuseppe Fiorentino